Il Teatro del Buratto a
Bi La Fabbrica del Gioco e delle Arti a Cormano


Bi La Fabbrica del Gioco e delle Arti a Cormano

 

Domenica 23 ottobre 2016

ROSSO CAPPUCCETTO

Teatro delle Briciole – da 4 a 7 anni



Sabato 29 ottobre 2016

IL GIARDINO DEL RE

Patrizia Battaglia - da 2 a 5 anni


Domenica 30 ottobre 2016

DI MELE E DI BOTTONI
Una storia di segni e di sogni
Liberamente tratto da IL GGG di Roald Dahl

Luovoblu - da 4 a 10 anni



Sabato 5 novembre 2016

ALI NEL CASSETTO (novità 2016)

Teatro del Buratto in collaborazione con ArteVOX Teatro – da 4 a 10 anni


Domenica 6 novembre 2016

E’ PRONTO! A TAVOLA

Teatro del Buratto - da 3 a 8 anni


Sabato 12 novembre 2016

STORIE NEL NIDO

Teatro del Buratto - da 2 a 5 anni



Domenica 13 novembre 2016

IL PIFFERAIO MAGICO

Teatro dei Colori – da 5 a 10 anni



Sabato 19 novembre 2016

PICCOLO VIAGGIO 1
Viaggio tra piccoli e grandi conflitti

Compagnia Mattioli – da 3 a 6 anni


Domenica 20 novembre 2016

LA GHITA - (presi per il naso)

ArteVOX Teatro – da 3 a 8 anni



Sabato 26 novembre

LA LAVAGNA FANTASTICA
Storie alla maniera di Gianni Rodari

Teatro del Buratto - da 6 a 10 anni


Domenica 27 novembre 2016

I MUSICANTI DI BREMA
Quattro amici in viaggio

Teatro Le Giravolte - da 4 a 8 anni


Sabato 3 dicembre 2016

MANOMANIAH

Teatro del Buratto - da 3 a 6 anni IF festival


Domenica 4 dicembre 2016

C’ERA DUE VOLTE UN CUORE

Tib Teatro – da 3 a 9 anni


Sabato 17 dicembre 2016

E’ FESTA - (novità 2016)

Teatro del Buratto - da 3 a 8 anni


Domenica 18 dicembre 2016

PANDIZENZERO

Teatro del Buratto – da 3 a 7 anni


Sabato 14 e domenica 15 gennaio 2017

IN RIVA AL MARE

Teatro del Buratto - da 30 mesi a 5 anni
Un gioco teatrale di narrazione partecipata di poche parole, giocate tra rime, immagini, oggetti e musica, per costruire insieme ai bambini – e ai loro accompagnatori adulti - lo spazio del racconto e le emozioni del mare. Un percorso che dalla frenesia della città, ci porta attori e spettatori, lungo sentieri inventati, improbabili e pieni di piccoli buffi incontri da mimare insieme, fino alla “nostra” spiaggia. Finalmente seduti, possiamo sentire il caldo del sole, i suoni del mare, le strida di gabbiani attorno a noi. Una piccola onda azzurra si stende allora ai nostri piedi e poi ci copre, piano, piano e senza paura. Ci troviamo così sotto un mare inventato a vivere insolite emozioni mentre sul suo schermo azzurro vivono immagini evocative di mondi acquatici. L’onda ritirandosi segna la fine del gioco teatrale, lasciando sulla spiaggia piccoli doni (conchiglie, stelle marine, cavallucci marini, legni levigati, granchi reinventati e colorati) con cui concludere l’avventura assieme, per aprirci alla libera reinvenzione di nuove storie da giocare insieme, grandi e piccoli. Il percorso è un omaggio al libro illustrato “L’onda”(ed. Corraini) di Suzy Lee.
Linguaggio: teatro d’attore, animazione e oggetti - max 40 bambini



Sabato 21 gennaio 2017

STORIE NEL NIDO

Teatro del Buratto - da 2 a 5 anni
L’intervento è ambientato in un contesto scenografico semplice e caldo, un nido, un angolo raccolto di piumoni e cuscini, dove anche una piccola piuma ricevuta all’ingresso, così come un morbido cuscino portato da casa, ci potranno aiutare a sistemare il “nostro” posto e a stare più comodi…
Sono piccoli elementi offerti per costruire insieme il luogo del nostro racconto, dove troveremo i libri, alcuni dei quali saranno oggetto delle narrazioni giocate dagli attori, mentre altri saranno semplici suggerimenti, indicazioni per “i grandi” e da “usare a casa. Il pubblico sarà invitato a togliersi le scarpe (per infilarsi magari delle morbide calze palmate messe a disposizione dalla Compagnia....) e a sistemarsi “comodi comodi” attorno ad un curioso grosso uovo, da scoprire, accudire e … che sarà lo spunto per partire con le narrazioni.
Linguaggio: letture teatralizzate, animazioni, libri e oggetti.



Domenica 22 gennaio 2017

IL MIO AMICO MOSTRO

Teatro del Buratto – da 4 a 8 anni IF festival
“I mostri non esistono!” Così dicono i grandi, ma Alice, che è una bambina, non lo pensa affatto; a lei piacciono i mostri: li disegna, ci gioca, ci parla, li addomestica, creando con loro dei legami di amicizia. Poi c’è lui: Sigfrido, un piccolo mostro morbido, paziente, da abbracciare quando si è tristi. Quando è buio Sigfrido le fa compagnia, dorme nel suo lettino. E’ un amico con le ali di drago, a cui confidare tanti segreti, condividere le emozioni, anche la paura. Alice è una bambina che affronta i riti del sonno, non vuole che il papà l’aiuti, perché fare da sola è da grandi. Dal grande armadio nasce magicamente la sua cameretta, è tutto il suo mondo fantastico, animistico.
Per tutti i bambini la propria stanza è il luogo privilegiato dove poter sperimentare la propria autonomia, scoprire i confini tra il noto e l’ignoto, la differenza tra ciò che è fantastico e reale. Alice si sente al sicuro tra i propri giocattoli, trova angoli segreti in cui rifugiarsi.“Io non ho paura dei mostri, anzi mi piacciono mostruosamente!”. Però, quella sera strani rumori, ombre improvvise, costringeranno Alice ad affrontarne di nuovi, e tutto ciò che è nuovo e sconosciuto, si sa, fa un po’ paura.
Linguaggio: teatro d’animazione su nero, pupazzi animati a vista.



Sabato 28 gennaio 2017

IL GIARDINO DEL RE

Patrizia Battaglia - da 2 a 5 anni
Spettacolo con laboratorio.
C’è un giardino magico dove crescono le storie, una giardiniera è intenta a lavorare ma, cosa strana, semina storielle e filastrocche!
… e così nasce la storia … Mentre la giardiniera racconta nasce un grande libro. Si racconta che in un piccolo paese di fiori vive il piccolo Re dei fiori circondato da fiori di tutti i colori, la sua vita scorre tranquilla però gli manca qualcosa … e parte alla sua ricerca!
I bambini scopriranno che ciò che cerca il Re è … Il racconto animato si rivolge al piccolo pubblico con semplicità, utilizzando oggetti e pupazzi che accompagnano la storia.
Linguaggio: narrazione, oggetti, pupazzi



Domenica 29 gennaio 2017

LE FATICHE DI ERCOLE

Teatro della Tosse – da 5 a 10 anni
Un viaggio tra le storie del Mediterraneo Antico attraverso un GRANDE GIOCO DELL’OCA in cui i due attori interagiscono con i bambini facendo conoscere loro le avventure di Ercole. Lo spettacolo nato da un’idea di Emanuele Conte e scritto da Elisa D’Andrea ha come
protagonisti un attore e un attrice. La storia di Ercole è vissuta in prima persona dal pubblico che viene subito diviso in due squadre. Tutto inizia dentro la camera dei due ragazzi, che in un noioso pomeriggio decidono di sfidarsi al grande gioco dell’oca. Si tratta di un gioco speciale. A ogni tappa corrisponde una fatica. Non si tratta però, di una fatica qualunque ma una di quelle che ha dovuto superare anche quel mito di Ercole! E così a ogni giro di dado … I due attori si sfideranno in una gara emozionante passando da un’avventura all’altra, proprio come vuole il mito di Ercole.
Linguaggio: teatro d’attore



Sabato 4 febbraio 2017

CAPPUCCETTO ROSSO E I TRE PORCHETTI

Patrizia Battaglia – da 3 a 7 anni
Racconto animato tratto da un libro di Cristina Marsi dove le storie classiche vengono rivisitate e ambientate a Trieste. LA storia viene narrata in gramelot triestino e in italiano con l’ausilio di oggetti e pupazzi, il “colore” della lingua/dialetto rafforza le sfumature poetiche della storia. L’attrice racconta che la nonna le ha spedito questa storia per non farle dimenticare il suo mare, il suo carso e la bora ( vento forte che caratterizza la città di Trieste ).
“I fioi no sa leger, i fradei no ga voia,i grandi no ga tempo, le none ga de babar (chiacchierare). La vita è cambiata, gli adulti non hanno più tempo di leggere e raccontare, ma i bisogni dei bambini sono sempre gli stessi. Speriamo che queste fiabe raccontate in questo modo i possano fare il miracolo: 40 minuti in meno al computer è fatto!
Ascoltè fioi – ascoltate bambini – il divertimento è assicurato.
Linguaggio: narrazione, oggetti, pupazzi



Domenica 5 febbraio 2017

LUPI BUONI E TORI CON LE ALI (novità 2016)

Ideato e realizzato da ArteVOX Teatro
con il sostegno del Teatro del Buratto
Chi l'ha detto che tutti i lupi sono cattivi? E che tutte le coccinelle portano fortuna? Che i draghi fanno paura? E chi l'ha detto che i tori non possono volare?
C'erano una volta un lupo buono che desiderava tanto avere dei cuccioli, un drago spiritoso, una coccinella malvagia e... due tori con le ali!
La storia che raccontiamo guarda nel profondo del cuore, senza fermarsi alle apparenze, senza leggere il mondo attraverso quelle fastidiose etichette che troppo spesso mettiamo addosso alle persone oppure, ci sentiamo addosso noi stessi.
Chi l'ha detto che Mattia è monello? E che Chiara sia troppo timida e impacciata? Forse non “sono” in un modo solo, ma al contrario, contengono dentro di sé tanti modi di essere, tutti insieme.
E così ecco a voi Abaco e Rustico, i protagonisti della nostra storia, che sono talmente fuori dagli schemi da sommare in sé le caratteristiche di tre animali diversi: delle vistose corna da toro, delle grandi ali da ape e delle belle zampe palmate da cigno. Esseri impossibili da etichettare, troppo complessi per essere “semplificati” con un'unica definizione. Inizialmente la loro unicità li fa sentire soli, ma si trasformerà presto nella felicità condivisa di sentirsi accettati semplicemente per come si è.
Uno spettacolo delicato, divertente e ricco di linguaggi che racconta di mondi e personaggi fantastici. Una storia che attraverso la metafora degli animali (molto frequentata nell'immaginario dei più piccoli grazie alle favole) parla del valore della diversità e della bellezza di trovare la strada giusta per esprimere liberamente il tesoro che ognuno di noi racchiude dentro di sé, e che ci rende unici e preziosi.
Lo spettacolo si avvale del linguaggio del teatro di figura con pupazzi, di videoproiezioni di cartoon originali.



Sabato 11 febbraio 2017

FIUME DI VOCE

DelleAli teatro – da 2 a 5 anni
“… Ed ora il fiume ha una bella corrente che porta cose, che corre, che viene. La mamma mostra quel flusso potente. Si chiama mondo, e ci appartiene… ” I neonati e bambini molto piccoli non sono in grado di capire il significato delle parole ma capiscono la voce: la sentono, l’ascoltano ne hanno bisogno per crescere. La voce è come l’acqua che irriga i nuovi germogli e li nutre, goccia a goccia. Accompagnate da semplici immagini e azioni le parole/suoni di FIUME DI VOCE raccontano la storia di un fiume che, proprio come un bambino, cresce e cambia seguendo percorsi che da sorgente lo fanno torrente, cascata e infine mare. Sette filastrocche narrano gli aspetti del fiume e le diverse stagioni dell’infanzia con diversi ritmi: come il fiume parte dalla sorgente per arrivare al mare così, goccia a goccia, l’attrice/cantante offre dapprima i suoni piacevoli di sillabe ancora prive di significato, poi ai suoni aggiunge le evocazioni e infine le sue parole acquistano un senso, componendosi in frasi e le frasi in storie per confluire in quel grande mare di altre storie di cui è fatta la vita.
Al contempo la voce si trasforma in canto, voce che tocca, accarezza, culla e racconta in musica avvolgendo in un tipo di relazione nuova, fatta di vibrazioni e ricca di sfumature e vitalità.
Linguaggio: teatro d’attore e oggetti


Domenica 12 Febbraio 2017

LA LAVAGNA FANTASTICA
Storie alla maniera di Gianni Rodari

Teatro del Buratto - da 6 a 10 anni
Un’aula vuota dopo che è suonata la campanella, la cattedra, i banchi e… il buco nero di una lavagna che diviene un quadro perfetto per l’animazione di oggetti e personaggi! Ed ecco che numeri e parole si disegnano, vivono, assumono colore secondo il proprio carattere. Ci guideranno in questa avventura due gessetti e un cancelletto, da sempre gli abitanti della lavagna. Dalle filastrocche e dai racconti poetici e geniali di Gianni Rodari, uno spettacolo dove la tecnica dell’animazione su nero e quella d’attore si fondono per dare vita a personaggi e invenzioni fantastiche all’interno di un’aula scolastica senza alunni. Uno spettacolo per scoprire il piacere della scuola, fonte originaria di ispirazione di uno dei più amati scrittori per l’infanzia, ancora del tutto attuale per l’originalità dell’approccio alla letteratura per i ragazzi e con i ragazzi. Fiabe come giochi che si possono montare e smontare, parole come pretesto per allenare l’immaginazione e coltivare la creatività.
Linguaggio: teatro d’attore, animazione su nero


Sabato 18 febbraio 2017

STORIE D’ACQUA
Le avventure di Nerino e la Nuvola Emma

Patrizia Battaglia – da 3 a 7 anni
…Due storie, due valigie, tante bolle, sagome colorate, musica
Le due attrici possono iniziare a raccontare …
UNA STORIA di MARE: c’è un pesce nero come una cozza di nome Guizzino che vive in una famiglia di pesciolini rossi, un bel giorno …
E UNA STORIA di CIELO: a una nuvola intraprendente e un po’ birichina “scappa la pioggia” ma non sa dove andare a farla …
Lo spettacolo è pensato e realizzato per i bimbi piccoli e si svolge nei due elementi primari dell’ACQUA e dell’ ARIA.
Le attrici conducono i piccoli a conoscere i personaggi che li abitano utilizzando più linguaggi: visivo, musicale, narrativo e li accompagnano poeticamente a esplorare il mondo a testa in giù e a testa in su.


Domenica 19 febbraio 2017

MAI GRANDE
Un papà sopra le righe

Compagnia ArioneDeFalco – da 4 a 9 anni
Cosa serve per essere un genitore perfetto? Alberto non ha dubbi: per prima cosa ci vuole un bambino. Quindi se ne inventa uno e lo chiama Tobia. Poi servono miliardi di kg di divertimento, un sacco di risate, giri in moto a tutta birra e immersioni nell’oceano per scoprire dove vivono i bastoncini di pesce. “Questo serve!” pensa Alberto, “è così che si fa per essere genitori supermegaultrafantastici!” Tobia, invece, non cerca un genitore perfetto ma un genitore che, anche se sbaglia, non smetta di provare a fare la cosa giusta. Un genitore che trovi il tempo di cantare una ninna nanna, di abbracciare e, quando ci vuole, di rimproverare e poi spiegare. Questa è la storia di quanto è difficile capirsi e di come, per farlo, sia necessario affrontare la cosa più bella e complicata del mondo: stare insieme, semplicemente.
Linguaggio: teatro d’attore


Sabato 25 febbraio 2017

SEME DI MELA

Teatro del Buratto - da 2 a 6 anni
Tondo rotondo come la terra, come il mondo…
Cerchio magico, girotondo di tappeti, cassetti colorati che nascondono segreti, tane di legno, secchi di metallo: come punti cardinali, come porte sul mondo delle cose. Confine senza inizio né fine, sfera magica che accoglie, abbraccia, giostrina delle meraviglie. Come rito che ritorna, come moto dei pianeti, come inverno e primavera, come aurora e come sera. Un viaggio appassionante nel mondo segreto del “sotto la terra”, dove hanno casa animali piccoli e grandi, dove, nella sua tana, attende l’arrivo della primavera la famiglia De Topis. Anche un piccolo seme di mela aspetta, nero come l’occhio di un topolino, che nel cuore della terra ha la sua casa piccina, piccina ... e dove attende, con pazienza che qualcosa accada proprio come per ogni bambino, ha bisogno anche lui di tempo per crescere, di amore, di acqua buona e di buon cibo. Un gioco per raccontare ai più piccoli con semplicità che sono una piccola parte meravigliosa di un grande mondo pieno di meraviglie; un mondo di cui prendersi cura, da rispettare, da amare e giocare!
Linguaggio: teatro d’attore e oggetti


26 febbraio 2017

PESCATORI DI STELLE
Storie di miti del cielo

Teatro del Buratto – da 4 a 10 anni
Questa è la storia di un tempo, un tempo molto tempo fa. Un tempo in cui nell’universo c’era una certa confusione. Un tempo in cui Giove era il dio del cielo. Nettuno il dio del mare. Ma, in quel tempo, a volte il mare si rifletteva nel cielo. E il cielo nel mare. I pesci, saltavano per sbaglio nel cielo … diventando stelle. Le stelle cadevano nel mare ... per trasformarsi in stelle marine. Per non parlare dei cavalli … cavallucci marini … costellazioni di cavalli alati.
Le stelle non stavano al loro posto nel cielo. E i marinai che provavano, nel loro navigare, ad orientarsi con le stelle del cielo … si perdevano. Per questo c’erano la Signora Pescatrice e il Signor Pescatore di stelle. Il loro compito era quello di ripescare le stelle che si tuffavano in mare e rimetterle al loro posto nel cielo … perché le stelle nel cielo raccontano delle storie come quella di Perseo e del suo cavallo alato … o quella di Fetonte e del carro del sole … Anche sulla terra vi sono stelle trasformate in fiori come i narcisi e un po’ Narciso è anche il Signor Pescatore … e poi, una notte, apparve la stella Polare …
Linguaggio: teatro d’attore


Sabato 11 marzo 2017

IN RIVA AL MARE

Teatro del Buratto - da 30 mesi a 5 anni
Un gioco teatrale di narrazione partecipata di poche parole, giocate tra rime, immagini, oggetti e musica, per costruire insieme ai bambini – e ai loro accompagnatori adulti - lo spazio del racconto e le emozioni del mare. Un percorso che dalla frenesia della città, ci porta attori e spettatori, lungo sentieri inventati, improbabili e pieni di piccoli buffi incontri da mimare insieme, fino alla “nostra” spiaggia. Finalmente seduti, possiamo sentire il caldo del sole, i suoni del mare, le strida di gabbiani attorno a noi. Una piccola onda azzurra si stende allora ai nostri piedi e poi ci copre, piano, piano e senza paura. Ci troviamo così sotto un mare inventato a vivere insolite emozioni mentre sul suo schermo azzurro vivono immagini evocative di mondi acquatici. L’onda ritirandosi segna la fine del gioco teatrale, lasciando sulla spiaggia piccoli doni (conchiglie, stelle marine, cavallucci marini, legni levigati, granchi reinventati e colorati) con cui concludere l’avventura assieme, per aprirci alla libera reinvenzione di nuove storie da giocare insieme, grandi e piccoli. Il percorso è un omaggio al libro illustrato “L’onda”(ed. Corraini) di Suzy Lee.
Linguaggio: teatro d’attore, animazione e oggetti - max 40 bambini


Domenica 12 marzo 2017

RAPERONZOLO
Il canto del crescere (novità 2016)

Teatro del Buratto - da 4 a 10 anni
Ho attraversato il bosco e … ce l’ho fatta! C’era una volta una bambina che si chiamava Ravanellina … No … in realtà Ravanellina non c’era ancora, ma c’erano un uomo e una donna che desideravano tanto, ma proprio tanto, avere una bambina… Così inizia la fiaba di Raperonzolo, o Ravanellina…
La fiaba narrata è quella classica, arricchita da suggestioni di racconti più recenti come “Coraline e la porta magica”. E’ la storia di una bambina che si troverà a vivere in due “famiglie”, sempre sognando di uscire e attraversare il bosco, che, segreto e misterioso, circonda entrambe le sue case. E’ la storia di un incontro con un principe, di un amore che la farà sognare e le regalerà coraggio e ali per cominciare a volare. I protagonisti sono madri, padri, matrigne e principi, ma soprattutto, protagonista è una bambina che vuole affrontare il bosco fatto di paure e desideri - per poter infine crescere.
Linguaggio: teatro d’attore


Sabato 18 marzo 2017

Piccolo viaggio 2
Viaggio tra piccoli e grandi differenze

Compagnia Mattioli – da 3 a 6 anni
(Lettura teatralizzata)
La voce, la musica, il colore: per leggere, ascoltare e immaginare le storie.
Letture teatrali per piccoli spettatori su racconti che affrontano la diversita’, la difficoltà ad accogliere il diverso. Molto spesso la diversità fa paura , da fastidio ma se guardata con altri occhi puo’ diventare una propria e vera risorsa per la comunità. Le storie individuate, attraverso anche il divertimento, lo racconteranno ai piccoli spettatori. Al termine delle letture l’attrice farà sperimentare ad alcuni bambini dei piccoli giochi teatrali per teatralizzare così le storie. Invitiamo i nostri piccoli grandi interlocutori ad innamorarsi della lettura
facendoli immergere nella moltitudine di caratteri, immagini, sentimenti, pensieri che i libri possono restituire. Storie: Le lacrime del coccodrillo di Pittau e Gervais; La pipi’ della zebra di Pittau e Gervais; Il moccio dell’ippopotamo di Pittau e Gervais; Le puzze dell’elefante di Pittau e Gervais; Bianchi e Neri di David Mckee
Linguaggio: letture e giochi teatrali


Domenica 19 marzo 2017

ROBINSON CRUSOE. L’AVVENTURA

ATGTP - da 4 a 10 anni
“Ogni uomo, bianco o nero che sia, se lasciato solo diventa un naufrago“ dal film Terraferma di Emanuele Crialese L’avventura rivive sul palco grazie a uno spettacolo divertente e dolce allo stesso tempo. Un giovane ragazzo inglese, Robinson Crusoe, lotta contro tutti gli ostacoli che la vita gli presenta (e saranno molti!) per conquistare il suo sogno più grande: essere un marinaio ed esplorare il mondo. Ci riuscirà, ma come ogni impresa grandiosa, il prezzo da pagare sarà enorme, gli imprevisti moltissimi e la ricompensa immensa: essere un uomo libero! Dopo 15 giorni di navigazione, il sogno di Robinson di diventare un vero marinaio si spezza in un naufragio che lo lascerà solo su di una isola in mezzo all’oceano. Si dedicherà in solitudine a costruire il suo mondo e la sua vita finché incontrerà un uomo a cui darà il nome di Venerdì. Da quel momento la sua vita cambia, finalmente qualcuno con cui parlare, qualcuno a cui insegnare. Sul palco una struttura in continua evoluzione, una musica coinvolgente e due attori, narratori-animatori, le cui abili mani daranno vita alle due marionette protagoniste in scena, Robinson e Venerdì.
Linguaggio: teatro di marionette e d’attore


Sabato 25 marzo 2017

FIUME DI VOCE

DelleAli teatro – da 2 a 5 anni
“… Ed ora il fiume ha una bella corrente che porta cose, che corre, che viene. La mamma mostra quel flusso potente. Si chiama mondo, e ci appartiene… ” I neonati e bambini molto piccoli non sono in grado di capire il significato delle parole ma capiscono la voce: la sentono, l’ascoltano ne hanno bisogno per crescere. La voce è come l’acqua che irriga i nuovi germogli e li nutre, goccia a goccia. Accompagnate da semplici immagini e azioni le parole/suoni di FIUME DI VOCE raccontano la storia di un fiume che, proprio come un bambino, cresce e cambia seguendo percorsi che da sorgente lo fanno torrente, cascata e infine mare. Sette filastrocche narrano gli aspetti del fiume e le diverse stagioni dell’infanzia con diversi ritmi: come il fiume parte dalla sorgente per arrivare al mare così, goccia a goccia, l’attrice/cantante offre dapprima i suoni piacevoli di sillabe ancora prive di significato, poi ai suoni aggiunge le evocazioni e infine le sue parole acquistano un senso, componendosi in frasi e le frasi in storie per confluire in quel grande mare di altre storie di cui è fatta la vita.
Al contempo la voce si trasforma in canto, voce che tocca, accarezza, culla e racconta in musica avvolgendo in un tipo di relazione nuova, fatta di vibrazioni e ricca di sfumature e vitalità.
Linguaggio: teatro d’attore e oggetti


Domenica 26 Marzo 2017

HO UN LUPO NELLA PANCIA

La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale / Babilonia Teatri – da 5 a 9 anni
Una fiaba moderna – firmata BabiloniaTeatri - che porta all’estremo e oltre il limite del verosimile atteggiamenti, situazioni e tensioni proprie della relazione col cibo per arrivare a trattare metaforicamente di questioni che ci riguardano da vicino. La storia di Bianco – un bambino come tanti se non per il fatto che non mangia mai - si fa così archetipo del bisogno di ogni bambino di trovare nel cibo non solo la possibilità di nutrirsi, ma un’occasione per ricevere cura e attenzione: in una parola, amore. L’impianto scenico ricrea i luoghi di una quotidianità familiare al cui interno il piano del racconto e il piano dell’azione trovano una sintesi che li lega insieme come gli ingredienti di una ricetta ben riuscita.
Linguaggio: teatro d’attore



Sabato 1 aprile 2017

IN RIVA AL MARE

Teatro del Buratto - da 30 mesi a 5 anni
Un gioco teatrale di narrazione partecipata di poche parole, giocate tra rime, immagini, oggetti e musica, per costruire insieme ai bambini – e ai loro accompagnatori adulti - lo spazio del racconto e le emozioni del mare. Un percorso che dalla frenesia della città, ci porta attori e spettatori, lungo sentieri inventati, improbabili e pieni di piccoli buffi incontri da mimare insieme, fino alla “nostra” spiaggia. Finalmente seduti, possiamo sentire il caldo del sole, i suoni del mare, le strida di gabbiani attorno a noi. Una piccola onda azzurra si stende allora ai nostri piedi e poi ci copre, piano, piano e senza paura. Ci troviamo così sotto un mare inventato a vivere insolite emozioni mentre sul suo schermo azzurro vivono immagini evocative di mondi acquatici. L’onda ritirandosi segna la fine del gioco teatrale, lasciando sulla spiaggia piccoli doni (conchiglie, stelle marine, cavallucci marini, legni levigati, granchi reinventati e colorati) con cui concludere l’avventura assieme, per aprirci alla libera reinvenzione di nuove storie da giocare insieme, grandi e piccoli. Il percorso è un omaggio al libro illustrato “L’onda”(ed. Corraini) di Suzy Lee.
Linguaggio: teatro d’attore, animazione e oggetti - max 40 bambini



Domenica 2 aprile 2017

E’ FESTA - (novità 2016)

Teatro del Buratto - da 3 a 8 anni
La festa è ovunque nelle piccole cose:
le rende grandi più belle e preziose.
Mangiar non è più soltanto “mangiare”,
mangiare è una festa: si chiama “pranzare”
Si chiude la festa, la gente è partita,
ma qualcosa ci resta: un inno alla vita.
Festeggiare vuol dire stare insieme, celebrare, dare forza e senso alle piccole cose e importanza agli avvenimenti della vita. Questa è la missione dei nostri tre protagonisti provenienti da paesi diversi, che si sono incontrati, conosciuti e che hanno deciso di condividere, oltre alla fame, un mestiere difficile quanto appassionante: fare festa.Attraverseranno piazze, paesi e città, per divertire tutti con le loro storie, i loro canti, i loro balli, le loro magie, perché la festa è un momento importante, con la festa il quotidiano si trasforma in qualcosa di speciale.
Linguaggio: Teatro d’attore, clownerie e teatro musicale



Sabato 8 aprile 2017

E’ PRONTO! A TAVOLA

Teatro del Buratto - da 3 a 8 anni
La cucina, ma soprattutto il tavolo, diventa il luogo, lo spazio, dove ci si ritrova a mangiare, a comunicare, a festeggiare e anche a giocare. In questo spettacolo, seguendo una regola di Sgalateo, Patrizia ed Elena, sopra e sotto un tavolo, non faranno altro che parlare di cose buone e meno buone da mangiare, giocheranno a preparare un pranzo ideale che piaccia agli occhi, al cuore e che stimoli la fantasia. E’ uno spettacolo che attinge non solo dalla letteratura ma
dai vissuti dei bambini, dai loro giochi, dal loro immaginario. Un teatro d’attore e oggetti di uso quotidiano che vengono stravolti, riutilizzati, reinventati come solitamente i bambini fanno nel gioco simbolico. Il tavolo, le sedie, la grande tovaglia di gioco in gioco diventano tana, orto, castello, si trasformano in piccoli spazi scenici che raccontano storie, creano esperienze emotive in cui i bambini si riconoscono e scoprono, alimentando così le infinite possibilità della fantasia e della creatività. Giganti, Streghe, piccoli orti per raccontare una gastronomia fiabesca per la pancia e per la testa.
Linguaggio: teatro d’attore



Domenica 9 aprile 2017

IL MIO AMICO MOSTRO

Teatro del Buratto – da 4 a 8 anni IF festival
“I mostri non esistono!” Così dicono i grandi, ma Alice, che è una bambina, non lo pensa affatto; a lei piacciono i mostri: li disegna, ci gioca, ci parla, li addomestica, creando con loro dei legami di amicizia. Poi c’è lui: Sigfrido, un piccolo mostro morbido, paziente, da abbracciare quando si è tristi. Quando è buio Sigfrido le fa compagnia, dorme nel suo lettino. E’ un amico con le ali di drago, a cui confidare tanti segreti, condividere le emozioni, anche la paura. Alice è una bambina che affronta i riti del sonno, non vuole che il papà l’aiuti, perché fare da sola è da grandi. Dal grande armadio nasce magicamente la sua cameretta, è tutto il suo mondo fantastico, animistico.
Per tutti i bambini la propria stanza è il luogo privilegiato dove poter sperimentare la propria autonomia, scoprire i confini tra il noto e l’ignoto, la differenza tra ciò che è fantastico e reale. Alice si sente al sicuro tra i propri giocattoli, trova angoli segreti in cui rifugiarsi.“Io non ho paura dei mostri, anzi mi piacciono mostruosamente!”. Però, quella sera strani rumori, ombre improvvise, costringeranno Alice ad affrontarne di nuovi, e tutto ciò che è nuovo e sconosciuto, si sa, fa un po’ paura.
Linguaggio: teatro d’animazione su nero, pupazzi animati a vista.

 

 

BI LA FABBRICA DEL GIOCO E DELLE ARTI
via Gianni Rodari 3 - Cormano


BIGLIETTI
Intero 8,00 €
Ridotto/gruppi 10 persone 7,00 €
Spettacolo + laboratorio 10,00 €
Spettacolo + museo 10,00 €
Abbonamento 4 spettacoli 25,00 €

 

PRENOTAZIONI
Bi La Fabbrica del Gioco e delle Arti
tel. 02 66305562
da martedì a domenica ore 14.30-18.30
info@bilafabbricadelgiocoedellearti.it

www.bilafabbricadelgiocoedellearti.it