MUSICAL FOR ALL Corso di avvicinamento al musical in lingua inglese

Modulo adolescenti: dai 14 ai 17 anni
Date e orari in fase di definizione

 

Il musical è la forma artistica più completa perché raggruppa le 3 discipline fondamentali delle arti sceniche: la recitazione, il canto e la danza. Grazie a questa attività gli studenti potranno svilupparle tutte tre, attraverso la rappresentazione di musical di grande successo.
Questo corso include la preparazione di una dimostrazione del lavoro aperta al pubblico a fine percorso.

Prima fase 

I partecipanti impareranno a interagire con gli altri, ascoltarsi e lavorare in gruppo, mentre sviluppano la creatività e l’interpretazione personale.

Confidenza Questo corso aiuterà a vincere la timidezza, ad aumentare la concentrazione e la memoria in un ambiente rilassato e divertente.

Seconda fase

I diversi momenti formativi si integreranno l’uno all’altro e hanno come obbiettivo l’amalgamare le 3 discipline per raccontare una storia esteticamente bella attraverso la musica.

Teatro, recitazione ed interpretazione delle canzoni dei musical.
Gli studenti riceveranno un piccolo copione e studieranno i vari personaggi e le scene.

Danza. Attraverso un riscaldamento, esercizi tecnici e coreografici, lavoreremo sulla tecnica, postura, flessibilità, resistenza, coordinazione ed espressione corporale.

Canto. Uso della voce per comunicare emozioni attraverso le canzoni da cantare in gruppo.

Inglese. Giocando, ballando e cantando i ragazzi arricchiscono il proprio vocabolario con un’infinità di termini nuovi e di espressioni tipiche della lingua inglese.

Terza fase

Messa in scena finale

RACCONTA IL TUO TEATRO – Percorso di teatro per over 60

20 incontri - date e orari in fase di definizione

Un laboratorio come luogo di incontro, dove il teatro favorisce una relazione profonda fra le persone e fra sé e sé.

Uno degli obbiettivi è quello di far vivere una esperienza di teatro raccontando se stessi; di vivere il momento teatrale come occasione di incontro con il proprio vissuto, negli istanti stessi del suo delinearsi nella relazione con l’altro, e con ciò che l’altro rimanda in termini di “presenza”.

Attraverso il gioco teatrale su può avere l’opportunità di esprimersi liberamente, al di fuori dei soliti schemi.

Semplici pratiche teatrali di improvvisazione gestuale, fisico, vocale e di contatto permettono di creare un “luogo” in cui concedersi il tempo di percepire e percepirsi, in cui trasmettere e ricevere impressioni e significati secondo la necessità.

L’esplorazione nella “memoria” e le tecniche del “narrare” guideranno alcuni fasi del lavoro del laboratorio per valorizzare il patrimonio narrativo personale e collettivo.

Conduzione e svolgimento
Il laboratorio ha un suo percorso specifico che, partendo dalla formazione del gruppo tramite un training vero e proprio (esercizi e giochi teatrali), si sviluppa in varie fasi di lavoro, per giungere all’elaborazione e/o di scrittura di un testo, fino a concludersi con una rappresentazione finale.

Fasi del percorso:

Creazione del gruppo di lavoro
Creazione di un ambiente protetto, lo spazio teatrale come luogo sicuro dove poter esprimersi liberamente e senza giudizio. Conquistare la leggerezza come condizione di base per “giocare” insieme.

Il gioco dell’attore
Sotto forma di semplici giochi teatrali si vogliono attivare capacità vitali quali: l’espressione corporea, creatività, maggiore consapevolezza delle proprie capacità espressive. Inoltre ci si propone di dare attenzione alla respirazione, all’emissione vocale, al gesto e alla parola. Migliorare la capacità di ascolto delle proprie emozioni; favorire l’ascolto e l’attenzione verso gli altri.

Il gioco drammatico, la rappresentazione
Sviluppo delle tecniche della narrazione. Sviluppo della capacità di improvvisazioni teatrale. Comprendere e tradurre in movimento e parole un racconto, un testo da rappresentare. In questa fase verranno introdotti dei testi poetici o drammatici dai quali prendere spunto per sviluppare il lavoro. È possibile e utile sviluppare il lavoro di laboratorio della terza fase introducendo un materiale testuale (racconto o alcuni testi drammatici), che facciano da linea guida. Il testo potrà essere anche originale e scaturire dalle personali suggestioni e dall’esperienza dei partecipanti.

Il percorso si propone di offrire il teatro, nelle sue valenze ludica, espressiva come possibilità di scambio culturale e umano e di benessere: in questa prospettiva, gli appuntamenti si orienteranno in base alle urgenze, le sensibilità e i desideri di ciascun partecipante e del gruppo.

LA PALESTRA DELLA CREATIVITÀ

20 incontri - date e orari in fase di definizione

Un viaggio per aprire gli orizzonti e per instaurare rapporti nuovi, per modificare la prospettiva sul mondo, per conoscere e valorizzare le proprie potenzialità comunicative.

Il teatro, come luogo dove far nascere e suscitare emozioni, diventa il motivo fondante di un lavoro di laboratorio teatrale, strumento ideale per sviluppare il desiderio di raccontare storie in modo appassionante e personale, stimolo allo sviluppo di senso critico, di senso estetico, opportunità per misurarsi con i propri limiti in confronto aperto con gli altri, eliminando la paura del “giudizio” a favore del “confronto positivo” e della collaborazione. Per tali motivi il laboratorio teatrale diventa importante anche come strumento di osservazione delle dinamiche del gruppo e delle individualità che possono emergere all’interno di esso; dai laboratori emergono “particolarità” e capacità individuali, fragilità o paure, che possono rivelarsi di grande aiuto per un’inconsueta “lettura” dei singoli.
L’aspetto del gioco sarà fondamentale per “alleggerire” stimolando a condurre l’impegno fino in fondo, “giocando con serietà”.

Conduzione e svolgimento
Il laboratorio ha un suo percorso specifico che, partendo dalla formazione del gruppo tramite un training vero e proprio (esercizi e giochi teatrali), si sviluppa in varie fasi di lavoro, per giungere all’elaborazione e/o di scrittura di un testo, fino a concludersi con una rappresentazione finale.

Metodologia di lavoro e obiettivi
La proposta intende suggerire un percorso capace di alternare fasi di vero e proprio “training teatrale ed espressivo” a incontri di maggiore applicazione pratica e creativa.

Fasi del percorso:

Creazione del gruppo di lavoro
Creazione di un ambiente protetto, lo spazio teatrale come luogo sicuro dove poter esprimersi liberamente e senza giudizio. Conquistare la leggerezza come condizione di base per “giocare” insieme. La relazione con l’altro, le regole. Scoprire la forza del gruppo e della collaborazione.

Allenamento dell’attore
Riconoscere e sviluppare le proprie potenzialità creative e comunicative. Attivare capacità vitali quali: l’espressione corporea, creatività, maggiore consapevolezza delle proprie capacità motorie. Utilizzare il movimento come forma di rappresentazione dinamica di uno stato emotivo. Esplorare, attraverso giochi teatrali, l’intera gamma di rappresentazione di stati emotivi. La respirazione, l’emissione vocale, il gesto e la parola. Migliorare la capacità di ascolto delle proprie emozioni; favorire l’ascolto e l’attenzione verso gli altri.

Il gioco drammatico, la rappresentazione
Sviluppo della capacità di improvvisazioni teatrale. Comprendere e tradurre in movimento e parole un racconto, un testo da rappresentare. In questa fase verranno introdotti dei testi poetici o drammatici dai quali prendere spunto per sviluppare il lavoro. E’ possibile e utile sviluppare il lavoro di laboratorio della terza fase introducendo un materiale testuale (racconto o alcuni testi drammatici), che facciano da linea guida. Il testo potrà essere anche originale e scaturire dalle personali suggestioni e dall’esperienza dei partecipanti.

DANZA PER LE MAMME

20 incontri - date e orari in fase di definizione

Il ballo è gioia e divertimento, ma anche movimento e come tale produce numerosi effetti benefici sul nostro organismo: aumenta la flessibilità e la forza, migliora l’agilità, l’equilibrio e la coordinazione, aumenta la capacità respiratoria, previene e contrasta l’osteoporosi e le malattie metaboliche, e migliora la salute cardiovascolare. La danza é un importante stimolo per la memoria coreografica. È la forma ideale di fare esercizio senza rendersene conto. Durante le lezioni faremo un intenso riscaldamento, lavoreremo sulla tecnica jazz e impareremo piccole coreografie.

TO PLAY: RECITARE È UN GIOCO Percorso di teatro condotto in lingua inglese

 

Teatro per adulti... in inglese!   

Per giovani e adulti            
30 incontri il giovedì dalle 19.30 alle 21.00

Lezioni di prova: giovedì 3 ottobre 2019

Il teatro è uno strumento fondamentale per tante attività della nostra vita quotidiana. Per la nostra stessa crescita espressiva, per sviluppare  capacità di relazione, per incrementare anche skill prefssionali nella conduzione di gruppi di lavoro, nel parlare in pubblico, per gestire relazioni  interpersonali più efficaci.
Le lezioni aiuteranno ad imparare come utilizzare al meglio la nostra voce, ad incrementare e esercitare l’arte di parlare in pubblico, aumentare la confidenza in noi stessi.

Le tecniche i linguaggi del teatro sono una scoperta affascinate in un percorso di crescita di tutti coloro che intendo mettersi in gioco per affrontare nuove sfide personali e magari anche professionali, sviluppando potenzialità espressive e relazionali.

La proposta poi di un corso in lingua inglese aggiunge il valore della sperimentazione e implementazione delle proprie competenze linguistiche, sviluppandole in un contesto più informale, privo di giudizio ma stimolato da una vera condivisone, accostando il divertimento e l’energia del “gioco” del teatro alla crescita della capacità di conversazione e uso della lingua.

Il corso propone momenti di riscaldamento fisico e vocale, di giochi di gruppo sulla relazione e la fiducia, per avvicinare poi in modo più specifico tecniche gestuali e di movimento, sull’energia, sull’equilibrio, sul ritmo personale e collettivo, sull’uso dello spazio; verrà anche affrontato un più consapevole uso della voce, la capacità di lettura ad alta voce alta e di narrazione, con attenzione all’ uso delle pause, la ricerca delle intenzioni e così via.

Nel corso si potrà sviluppare la propria creatività, lavorando da soli e in gruppo, perdendo la paura di improvvisare, agendo in un contesto protetto e condiviso, dove poter verificare che nessuna opzione è sbagliata. Dall’approccio a tecniche di improvvisazione si potrà sperimentare poi il percorso di costruzione di una piccola piece fino alla sua definizione finale.

Il corso si svolge nella sala prove del Teatro Munari, quindi particolarmente indicato anche per un pubblico delle Aziende e Uffici direzionali che gravitano attorno al Teatro in Area Maciachini.

Una originale e valida alternativa di socializzazione e allenamento psicofisico, da sperimentare oltre alla “solitudine” del tapis roulant o della nuotata in piscina.