Shakespeare the great rapper

 

FOTO shakespeare the great rapper 1 2

produzione Teatro InFolio

A 400 anni dalla morte, Shakespeare è l’autore teatrale più conosciuto nel mondo e le sue battute sono citate a paradigma dei sentimenti. A noi italiani le sue opere parlano normalmente in traduzione: David Remondini – di madrelingua inglese – farà rivivere i suoi versi in tutta la loro potenza, ridando il ritmo naturale alle parole, accompagnato dalla musica originale composta in continuo dialogo fra la citazione elisabettiana ed il contemporaneo.

Spettacolo di teatro di narrazione in italiano con parti cantate e interpretate in lingua originale.

RECENSIONI
L’impianto dello spettacolo è essenziale: un leggìo, un telo nero a fondo palco sul quale scorrono i testi inglesi originali e poi tradotti, i brani delle opere scelte per un percorso che tocca Romeo and Juliet, Macbeth, Hamlet, As you like it, The tempest… e uno dei sonetti più noti, il numero 18 (Shall I compare thee to a summer’s day…)
David Remondini, di madre lingua inglese, spiega il pentametro giambico, l’alternanza di accenti forti e deboli, il blanke verse, recitando nell’inglese di Shakespeare, ben diverso dall’inglese di oggi, e fa così sentire il ritmo, il suono, la musica di una lingua teatrale che ha nelle sue sonorità il senso e il corpo di ciò che descrive. Ed ecco il perché del titolo The great rapper: gli odierni rapper e Shakespeare usano un ritmo e un metro linguistico assai simile.
Ascoltare in forma di canto le predizioni delle streghe di Macbeth fa percepire coi sensi e non solo con l’intelletto il sobbollire dei calderoni, cogliamo il suono del dubbio nel monologo To be or not to be. La sottile schermaglia al primo incontro tra Romeo e Giulietta è spiegata chiarendo benissimo il furbo rimpallo di battute tra i due, non ancora amanti, che si accarezzano con le parole, senza farlo davvero.
Un godimento letterario che cresce man mano che si entra in questo universo sonoro e linguistico. […]
Si apprendono poi informazioni utili e interessanti sul teatro elisabettiano, sul Globe Theatre di Londra, sulle abitudini del pubblico dell’epoca e su quanto fosse popolare il teatro nel 1600.
Elena Scolari, Eolo

 

 

 

 

 

T B MUNARI new  r
Via Giovanni Bovio 5 - Milano
31 Marzo e 1 Aprile 2020 ore 10.00


Biglietti €10,00
Abbonamento 2 spettacoli (medesime classi) €17,00
2 omaggi insegnanti ogni 25 alunni 
 

Contatti
Serena Agata Giannoccari
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| 02.27002476

Scarica il modulo per la prenotazione