Seme di mela

 

CREDITI
testo e messa in scena Aurelia Pini
scena Marco Muzzolon
costumi Mirella Salvischiani
in scena Benedetta Brambilla, Marta Mungo
direzione di produzione Franco Spadavecchia
Foto di scena Roberto Finizio

DESCRIZIONE
Tondo rotondo come la terra, come il mondo…
Cerchio magico, girotondo di tappeti,
cassetti colorati che nascondono segreti,
tane di legno, secchi di metallo: come punti cardinali, come porte sul mondo delle cose.
Confine senza inizio né fine, sfera magica che accoglie, abbraccia, giostrina delle meraviglie.
Come rito che ritorna, come moto dei pianeti,
come inverno e primavera.
Come aurora e come sera.

Lo spazio
Uno spazio circolare delimitato da tappetini e cuscini colorati dove i bambini possono trovare un posto per sedersi.
Al centro di questo spazio rotondo – il luogo del racconto e dell’ascolto – ci sono un grande piatto colmo di terra (“il mondo della terra”) e due attrici.

Lo spettacolo
Attraverso il gioco delle attrici dell’esplorare, toccare, sentirne il profumo, reinventare creativamente lo spazio e la materia terra, il bambino riconosce e scopre i meccanismi, i gesti e le emozioni di un “suo” giocare.
Un viaggio appassionante nel mondo segreto del “sotto la terra”, dove hanno casa animali piccoli e grandi, dove, nella sua tana, attende l’arrivo della primavera la famiglia DeTopis. Anche un piccolo seme di mela aspetta, nero come l’occhio di un topolino, che nel cuore della terra ha la sua casa piccina, piccina… e dove attende, con pazienza che qualcosa accada proprio come per ogni bambino, ha bisogno anche lui di tempo per crescere, di amore, di acqua buona e di buon cibo.
Un gioco per raccontare ai più piccoli con semplicità che sono una piccola parte meravigliosa di un grande mondo pieno di meraviglie; un mondo di cui prendersi cura, da rispettare, da amare e giocare!

Età
2-6 anni

Temi affrontati
Le storie | La natura

Esigenze tecniche
spazio scenico salone, pianta centrale
montaggio 1 ora e 30’
(carico luci 6 kw – 220V)
Lo spettacolo è disponibile anche per allestimenti in spazi non teatrali come saloni, scuole e biblioteche.


Distribuzione
Marta Galli
Cell. 333.2962935 | Tel. 02 27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione
Isabella Procaccini | Tel. 02.27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SCARICA L'ELENCO MUSICHE
SCARICA IL PERMESSO GENERALE SIAE

         

Storie nel nido

Storie Nel Nido Teatro Bruno Munari Milano 5 maggio 2018 ph Roberto Finizio 6711

CREDITI
ideazione Franco Spadavecchia
messa in scena Patrizia Battaglia, Renata Coluccini, Aurelia Pini in collaborazione con Silvio Oggioni
in scena Patrizia Battaglia e Silvio Oggioni
ambientazione e oggetti di scena a cura del Laboratorio Teatro del Buratto
consulenza letteraria Eraldo Maffioletti, Giancarlo Migliorati
consulenza psicologica Istituto di Psicoterapia del Bambino e dell’Adolescente


DESCRIZIONE

Incontro teatrale di promozione del libro e della lettura per la prima infanzia, ispirato al progetto “Nati per leggere”, rivolto a genitori e bambini da 2 a 5 anni

L’intervento – rivolto ai bambini da 2 a 5 anni - è ambientato in un contesto scenografico semplice e caldo, un nido, un angolo raccolto di piumoni e cuscini, dove anche una piccola piuma ricevuta all’ingresso, così come un morbido cuscino portato da casa, ci potranno aiutare a sistemare il “nostro” posto e a stare più comodi…
Sono piccoli elementi offerti per costruire insieme il luogo del nostro racconto, dove troveremo i libri, alcuni dei quali saranno oggetto delle narrazioni giocate dagli attori, mentre altri saranno semplici suggerimenti, indicazioni per “i grandi” e da “usare a casa”, ripercorrendo nella dimensione privata della famiglia il gioco della lettura, del rapporto genitore/bambino, ricercando i testi in biblioteche e librerie.

Ad accogliere e guidare il pubblico (si prevedono circa 50/60 partecipanti a incontro) ci saranno due attrici narratrici, che dopo aver invitato tutti a togliersi le scarpe (per infilarsi magari delle morbide calze palmate messe a disposizione dalla Compagnia....) guideranno bambini e genitori a prendere posto nel nido; sistemandosi “comodi comodi” attorno ad un curioso grosso uovo, da scoprire, accudire e… che sarà lo spunto per partire con le narrazioni tratte dai libri prescelti, coinvolgendo gli stessi genitori nella costruzione dell’azione, rendendoli “complici attivi” di semplici animazioni, sonorizzazioni e così via.
Si prevede un incontro della durata di circa 35/40 minuti.
Quando possibile, per ragioni di programmazione degli interventi, potrà seguire un momento ulteriore di congedo, dove genitori e bambini potranno prolungare da soli l’esperienza scoprendo, leggendo e raccontando gli altri testi che si troveranno tra tappeti e cuscini o nello spazio stesso della Biblioteca.

Bibliografia
Tra i molti testi indicati dai nostri consulenti e sulla base anche delle indicazioni redatte a cura di Nati per leggere/Sistema bibliotecario di Dalmine, abbiamo scelto i tre titoli che verranno utilizzati nella narrazione. Altre indicazioni saranno offerte agli adulti accompagnatori attraverso una scheda, con note bibliografiche per i testi e con spunti a cura dei consulenti psicologi dell’età evolutiva.

genere
narrazione
età consigliata
dai 2 ai 5 anni
durata 40’
Testi di riferimento:

• La gallinella rossa
di Byron Braton (Babalibri 2003)

• Il ciuccio di Nina
di C. Naumann-Villemin/M. Barcilon
(Il Castoro bambini 2003)

• Una fame da lupo
di Lucia Scuderi (Bohem Press Italia, 2002)

• Non dormi piccolo Orso?
di Martin Waddel-Barbara Firth (Salani 2000)

esigenze tecniche
spazio scenico m 4x4
Montaggio 1 ora (eventuale carico luci 3kw)
Max 40/60 bambini

Distribuzione
Marta Galli
Cell. 333.2962935 | Tel. 02 27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione
Isabella Procaccini | Tel. 02.27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

         

In riva al mare

CREDITI
Ideazione e allestimento a cura di Silvio Oggioni
in scena Marta Mungo e Silvio Oggioni
Oggetti di scena: Lelabò, Filo dell’Arte, Chiara Rodeghiero
Foto di scena Roberto Finizio

DESCRIZIONE
Un gioco teatrale di narrazione partecipata di poche parole, giocate tra rime, immagini, oggetti e musica, per costruire insieme ai bambini – e ai loro accompagnatori adulti - lo spazio del racconto e le emozioni del mare. Un percorso che dalla frenesia della città, ci porta attori e spettatori, lungo sentieri inventati, improbabili e pieni di piccoli buffi incontri da mimare insieme, fino alla “nostra” spiaggia. Finalmente seduti, possiamo sentire il caldo del sole, i suoni del mare, le strida di gabbiani attorno a noi. Una piccola onda azzurra si stende allora ai nostri piedi e poi ci copre, piano, piano e senza paura. Ci troviamo così sotto un mare inventato a vivere insolite emozioni mentre sul suo schermo azzurro vivono immagini evocative di mondi acquatici. L’onda ritirandosi segna la fine del gioco teatrale, lasciando sulla spiaggia piccoli doni (conchiglie, stelle marine, cavallucci marini, legni levigati, granchi reinventati e colorati) con cui concludere l’avventura assieme, per aprirci alla libera reinvenzione di nuove storie da giocare insieme, grandi e piccoli. Il percorso è un omaggio al libro illustrato “L’onda” (ed. Corraini) di Suzy Lee.

Linguaggio
teatro d'attore e ombre
Età

dai 30 mesi ai 5 anni

Esigenze tecniche
spazio scenico salone, pianta centrale
montaggio 1 ora e 30’
(carico luci 6 kw – 220V)
Lo spettacolo è disponibile anche per allestimenti in spazi non teatrali come saloni, scuole e biblioteche.


Distribuzione
Marta Galli
Cell. 333.2962935 | Tel. 02 27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione
Isabella Procaccini | Tel. 02.27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

         

Cappuccetto Bianco

cappuccetto bianco yellow

CREDITI
dal libro di Bruno Munari
ideazione e regia Jolanda Cappi
in scena Marta Mungo e Benedetta Brambilla
musiche originali Carlo Cialdo Capelli
luci Marco Zennaro
direttore di produzione Franco Spadavecchia
Foto di scena Roberto Finizio

DESCRIZIONE

“Conservare dentro di sé l'infanzia per tutta la vita, vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare".

In questa frase si racchiude la filosofia di Bruno Munari, uno dei più grandi artisti italiani che da sempre si è occupato dell'infanzia, progettando giochi per sviluppare la creatività infantile.
Quando cominciammo a parlare della realizzazione del Cappuccetto Bianco, Bruno Munari ci disse con estrema chiarezza che non gli interessava fare uno spettacolo per bambini, bensì uno spettacolo con i bambini, giocato con loro.
Affrontando la realizzazione di "Cappuccetto Bianco" non potevamo quindi non tener presente che il gioco doveva essere la linea portante dello spettacolo, così abbiamo cominciato a pensare con quali tecniche rappresentare le diverse storie colorate: pupazzi, burattini, ombre, marionette, pupazzi indossati? L’esperienza del Buratto di tanti anni ci veniva in aiuto, ma un ulteriore indicazione di Munari “ricercare il massimo della semplicità ed essenzialità e non rappresentare ma suggerire”, ha rimesso nel baule macchinari e marchingegni per qualcosa di più poetico ed evocativo.
Non serve quindi il lupo, basta la sua coda, della nonna il profumo e per la bimba un cappuccio di velluto rosso che esce da un cestino.
La prima storia è giocata sugli stimoli sensoriali, la seconda è un grande gioco collettivo per inventare un bosco verde, i suoni e i rumori della città raccontano il giallo, suoni afoni e una nuvola che scende evocano il bianco. E nel bianco c'è una nonna, un lupo, una panchina di pietre, ma non si vede niente. Tutto è coperto dalla neve... mai vista tanta neve!

Lo spettacolo coinvolge più sensi della percezione del bambino, anche grazie al rapporto particolarmente ravvicinato tra pubblico e attori, e trasforma gli oggetti quotidiani in una dimensione fantastica.

Età
3-6 anni

Temi affrontati
Le storie | La letture | La crescita

Esigenze tecniche
spazio scenico a pianta centrale misure minime 10x10x4 (lxpxh);
oscurabilità della sala;
carico luci 6 kw;
montaggio 4 ore/smontaggio 1 ora; 
max 80 spettatori

Distribuzione
Marta Galli
Cell. 333.2962935 | Tel. 02 27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione
Isabella Procaccini | Tel. 02.27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SCARICA L'ELENCO MUSICHE
SCARICA IL PERMESSO GENERALE SIAE

         

Storie di Natale nel nido

Storie nel nido di natale2

CREDITI
Ideazione e allestimento cura di Silvio Oggioni
in scena Patrizia Battaglia e Silvio Oggioni
Si ringrazia per la collaborazione Roberta Baio e Caterina Carnini


DESCRIZIONE

Incontro teatrale di promozione del libro e della lettura per la prima infanzia, ispirato al progetto “Nati per leggere”, rivolto a genitori e bambini da 2 a 5 anni

L’intervento è ambientato in un contesto scenografico semplice e caldo, un angolo raccolto di  piumoni e cuscini, una sorta nido coperto da una soffice bianca coltre di neve, da attraversare seguendo le esili tracce degli abitanti del bosco.

Questo gioco di narrazione teatrale si svolge attraverso alcune  brevi narrazioni giocate con oggetti, immagini  e con la partecipazione stessa dei piccoli spettatori.

Racconti che partono dal bosco coperto di neve e ci portano alla casetta di Babbo Natale. Ma se Babbo Natale è ammalato, che fare ? Ci penserà Mamma Natale che, con l’aiuto degli gnomi-spettatori e un ingegnoso mezzo di trasporto volante, potrà consegnare tutti i doni nella magica notte di Natale.

Ispirata da racconti contemporanei sul Natale, le sue tradizioni e convenzioni e i suoi magici personaggi, questo momento avvicina i più piccoli al gioco del teatro, per re-inventare insieme l’attesa e l’atmosfera di queste feste d’Inverno, con nuove letture e nuovi giochi.

Piccoli elementi aiutano a costruire insieme il luogo del racconto, dove troveremo i libri, sia oggetto delle narrazioni giocate dagli attori, sia come  semplici suggerimenti, indicazioni per “i grandi” da  usare  “a scuola“ o anche  “a casa”, ripercorrendo anche nella dimensione privata della famiglia il gioco della lettura, del rapporto genitore/bambino. Coinvolgendo gli stessi adulti/genitori nella costruzione dell’azione, rendendoli “complici attivi” di semplici animazioni, sonorizzazioni e così via.

Ad accogliere e guidare il pubblico (circa 50 partecipanti a incontro tra adulti e bambini) i due attori-narratori, dopo aver invitato tutti a togliersi le scarpe e infilare simboliche “galosce” per entrare nella neve, li guideranno a prendere posto “comodi-comodi” sprofondando nella morbida neve che ha coperto il nido. Nido che alla fine si riconoscerà essere una grande piumone bianco, come quello in grande letto dove cullati dal suono di nuove piccole storie attendere trepidanti il compiersi della magia del Natale. Al di là  di ogni connotazione confessionale e ancor meno consumistica, giocando con leggerezza e ironia nello spirito  ingenuo rasserenante di questo festa che coinvolge tutti i bambini del Mondo .

Bibliografia
Tra i molti testi indicati dai nostri consulenti e sulla base anche delle indicazioni redatte a cura di Nati per leggere/Sistema bibliotecario di Dalmine, abbiamo scelto i tre titoli che verranno utilizzati nella narrazione. Altre indicazioni saranno offerte agli adulti accompagnatori attraverso una scheda, con note bibliografiche per i testi e con spunti a cura dei consulenti psicologi dell’età evolutiva.

genere
teatro d’attore con sagome e oggetti
età consigliata
dai 2 ai 5 anni
durata 40’


Testi di riferimento:

• "Era inverno" di Aoi Huber-Kono

•"Polar Express" di Chris Van Allsburg


•"Il Piccolo Babbo Natale" di Anu Stohner e Henrike Wilson


•"Tre storie di neve" di Vivian Lamarque


•"Mamma Natale" di Penny Ives

esigenze tecniche
spazio scenico m 6x8
Montaggio 1 ora (eventuale carico luci 3kw)
Max 50 spettatori

Distribuzione
Marta Galli
Cell. 333.2962935 | Tel. 02 27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione
Isabella Procaccini | Tel. 02.27002476
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.