Non voltarti indietro

Non Voltarti indietro 3

produzione La Confraternita del Chianti

Una riduzione contemporanea di Orfeo e Euridice sul tema della violenza sulle donne raccontato senza retorica ma con discrezione e partecipazione emotiva.    

Il mito: una donna scende agli inferi, la casa di Ade. Di lì non si esce. Orfeo, il suo uomo, non ci sta. La segue, scende anche lui, ma da vivo per riportarsi a casa Euridice. Qualsiasi cosa succeda, lui non dovrà mai voltarsi indietro. Se lui si volta, lei è perduta.

La storia: Orfeo e Euridice sono una coppia, sono giovani, hanno tutto il tempo del mondo. Lei subisce una violenza sessuale e da quel momento si rinchiude in se stessa e nella propria casa, un personale oltretomba. Da questo inferno lui viene escluso, anzi, cacciato: “la storia è finita”, gli viene detto. Ma lui non la lascerà scivolare via. Con l’arroganza di quello che lui chiama amore si presenta davanti a una porta chiusa, a reclamare la sua donna, la sua amata. Lui minaccia, prega, blandisce. Non sa che dovrà mettere in gioco molto per riavere indietro la sua Euridice. Non sa che dovrà aspettare, non sa che dovrà affrontare una verità orrenda, prima di poter convincere Euridice a tornare da lui, alla luce.

Con questo testo cerco di parlare della difficoltà linguistica della mia generazione di fronte al dolore. Una cosa è chiara, viviamo nel terrore del dolore e della morte, evitiamo di parlarne, ce ne vergogniamo. Se non ne parliamo, non esiste. Ma poi, quando c’è davvero, non abbiamo più parole per parlarne.
Chiara Boscaro, autrice del testo 

RECENSIONI
"Ne deriva una partitura drammaturgica asciutta, efficace, che non si concede il lusso di un urlo o di un lamento: ed è risultato non di poco conto riuscire a raccontare la violenza sessuale senza cedere alla retorica. Lo spettacolo – diretto da Marco di Stefano, secondo il medesimo proposito di essenzialità – riesce anzi, inaspettatamente, a colorarsi di tenerezza, a strappare un sorriso, persino a lasciare un’impressione di levità. Perché alla porta c’è qualcuno che bussa e che si ostina a non voler accettare rifiuti. Non si tratta certo del principe azzurro: l’attore Diego Runko è bravo a farci immaginare un ragazzo qualunque, goffo, ingenuo, inadeguato."
Maddalena Giovannelli, www.stratagemmi.it

 

 

 

 

Via Pastrengo 16 - Milano
25 e 26 Novembre 2019  ore 10.00

Biglietti €10,00
Abbonamento 2 spettacoli (medesime classi) €17,00
2 omaggi insegnanti ogni 25 alunni

Contatti
Serena Agata Giannoccari
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| 02.27002476

Scarica il modulo per la prenotazione