• Home
  • Stagioni
  • Viaggio sentimentale. Il romanzo di Clara Schumann

Viaggio sentimentale. Il romanzo di Clara Schumann

Teatro Verdi
Data: 23 Gennaio 2019 20:30

Luogo: Teatro Verdi

VIAGGIO SENTIMENTALE
Il romanzo di Clara Schumann
Con la partecipazione straordinaria di Lucia Vasini 

Il 2019 si apre all’insegna di alcuni importanti anniversari tra i quali, non certo secondario per importanza storico-musicale, il bicentenario della nascita di Clara Schumann, nata Wieck. Una vita quanto mai avventurosa e non facile la sua, caratterizzata da una personalità complessa e da un carattere fortemente determinato. Pianista precoce e di grande talento si innamora giovanissima di Robert Schumann, ma il rapporto è osteggiato dal padre di lei al punto che la coppia arriverà a citare in tribunale il severo e inflessibile genitore. Il processo darà ragione ai due giovani che potranno così sposarsi, anche se in un clima familiare ostile che peserà sulla serenità dei due. Il forte legame sentimentale e l’amore per la musica aiuteranno la coppia a superare le difficoltà  e a vivere anni di relativa tranquillità - allietati dalla nascita di ben 8 figli - e di notevole fertilità creativa. Robert, costretto a rinunciare alla carriera pianistica da un serio problema alle mani, si dedica con vigore all’attività compositiva, non subito riconosciuta ma che trova accesi sostenitori in musicisti del calibro di Mendelssohn e Liszt. Clara invece, anche a causa del carattere instabile e scostante del marito, non riesce a dare spazio al suo esuberante talento, in qualche modo costretta a subordinare le sue capacità alle tante incombenze domestiche e alle fragilità caratteriali del marito, sempre più soggetto a improvvise amnesie e a un serio disturbo bipolare. Tanto che intorno agli anni 50, a seguito di continui e sempre più gravi squilibri mentali, verrà ricoverato nell’Ospedale psichiatrico di Endenich vicino a Bonn dove, in un lento e malinconico oblio, morirà nel 1956.

Per Clara, donna eccezionale, superato il dolore della perdita, si apre un futuro di grande difficoltà, per via di una famiglia così numerosa da mantenere, ma anche di apertura verso una carriera di compositrice oltre che di interprete fino a quel momento costretta entro limiti non certo proporzionati alle sue capacità. Per circa 40 anni si esibirà con successo nelle principali sale da concerto di tutta Europa diffondendo le opere del marito otre a eseguire le proprie composizioni e la musica dell’amico fedele Johannes Brahms - sul cui rapporto con lei molto si è scritto e molto si è fantasticato - nonché accompagnare solisti di fama come il grande violinista Joachim.  

PROGRAMMA

Clara Wieck Schumann (1819-1896)
dalle Tre Romanze Op.21 n.3, Romanza n.3 per pianoforte solo

Felix Mendelssohn Bartholdy (1809-1847)
Romanza senza parole Op.38 n.6 “Duetto” per pianoforte solo

Clara Wieck Schumann (1819-1896)
Tre Romanze Op.22 per violino e pianoforte

Robert Schumann (1810-1856)
Tre Romanze Op.94  per violino e pianoforte

Niccolò Paganini (1782-1840)
Scala (dedicata a Clara) per pianoforte solo

Johannes Brahms (1833-1897)
Da Albumblatt: tema dal 4° movimento della Sinfonia n.1 (e testo dedicato a Clara) per violino solo
Scherzo dalla Sonata FAE per violino e pianoforte

Johannes Brahms (1833-1897) - Jòzsef Joachim (1831-1907)
Danza ungherese n.2 per violino e pianoforte

INTERPRETI

Giovanna Polacco, violino 
Monica Cattarossi, pianoforte
Lucia Vasini, voce narrante              

 

Telefono
02.6880038
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Luogo
Via Pastrengo 16

 

Altre date


  • 23 Gennaio 2019 20:30

Powered by iCagenda